Katy B: Crying fo no reason

Crying for No Reason

Crying for no reason è il terzo singolo per Katy B, l’artista che potrebbe rubare a Marina & The Diamonds lo scettro di cantante più sottovalutata della storia recente del pop. Le due canzoni precedenti — What love is made of e 5 AM — non hanno avuto il successo che avrebbero meritato e rappresentano uno dei casi più clamorosi di ingiustizia del 2013. Crying fo no reason è il singolo che dovrebbe lanciare anche Little Red, album in uscita il 3 febbraio. Nella tracklist è presente una canzone dal titolo Aaliyah, regina dell’atteggiamento non-mollare-mai — “And if at first you don’t succeed/Dust yourself off and try again“.

Il video ricorda un po’ Lights di Ellie Goulding, no?

Amber Valletta volto della H&M Conscious Collection

20131220-234142.jpg

Cotone riciclato al 100%, canapa e Tencel sono i materiali green che H&M da sempre sceglie per le Consciuos Collection, e così anche per la collezione del prossimo anno, acquistabile nei negozi, e online, a partire da aprile 2014.

Testimonial d’eccezione delle due nuove linee Conscious e Conscious Exclusive è Amber Valletta (au revoir Vanessa) – Paradis – forte sostenitrice di una moda a impatto zero e portabandiera di uno stile di vita ecosostenibile. La top model e attrice statunitense, che vanta passerelle importanti quali Alberta Ferretti, Dior, Dolce&Gabbana, presterà quindi il suo volto alla campagna pubblicitaria con cui la catena svedese porta avanti il proprio impegno nella produzione di una moda eco-friendly.

La nuova nata in casa H&M, la Conscious Exclusive, è stata realizzata in collaborazione con il magazine green Ever Manifesto, puntando su uno stile dal forte richiamo bohémien e flamenco oriented [allora potevano prendere come stilista e come testimonial la zingara che chiede l’elemosina sulla metro NdAndrea].

Le Icona Pop sono le Donatella di Svezia?

iconapop

Noi di Refusi amiamo le Icona Pop da sempre, cioè da quando ancora facevano video ispirati a Grindhouse. Recentemente le Icona Pop sono state ospiti di Ellen, dove hanno fatto un giochino molto carino chiamato “I love it/I don’t care”. La cosa più bella è che hanno dimostrato di essere galline almeno quanto noi, sbagliando a usare la paletta nel verso giusto [ahahahahaha galline of the year ndF]— Aino proprio non ce la fa.

Poi si sono esibite in All night e, insomma, guardatele:

Sostanzialmente sembra che ognuna canti per i cazzi suoi. Sì, si sono completamente dimenticate che, quando si forma un duo, si dovrebbe cantare insieme e, in questo, come non associarle alle mitiche Donatella?

Perché il risultato è lo stesso: anche se la parte vocale è un po’ carente, nel complesso sono favolose. Iz not de end ov de uooold.

Guanda sfida gli ebook

bussole-guanda-p

Il 16 gennaio arriveranno in libreria dei libri. Sì, avete letto bene: dei libri arriveranno in libreria. Non fate tanto gli spiritosi su che razza di banalità è questa perché nel giro di dieci anni sarà un fatto ricordato con un misto di nostalgia e incredulità, come quando le persone andavano nei bar per far cambiare la moneta da duecento lire con un gettone telefonico. Stiamo facendo la storia del futuro, qui.

Comunque la vera notizia è che i libri che arriveranno in libreria il 16 gennaio sono una nuova collana proposta da Guanda per sfidare gli ebook. La prima reazione potrebbe essere: sì, vabbe’, si illuminano al buio? Mi fanno condividere su Facebook le frasi bellissime che mi fanno passare per una persona bellissima? In un secondo momento, però, salta agli occhi la bontà di questa proposta. I libri hanno una veste editoriale molto curata per essere dei tascabili: copertina rigida, angoli arrotondati, segnalibro in stoffa, copertine graficamente valide. Inoltre i titoli proposti sono di spessore — Alta Fedeltà di Nick Hornby, Ogni cosa è illuminata di Jonathan Safran Foer, Trilogia del ritorno di Fred Uhlman, Il vecchio che leggeva romanzi d’amore di Luis Sepúlveda, Se stasera siamo qui di Catherine Dunne e Una barca nel bosco di Paola Mastrocola.

Newton Compton ha già tentato la sfida agli ebook, ma si è fermata a sfidarli sul prezzo, in coerenza con la sua politica. Il risultato è stato controverso: da una parte è stato un successo di vendite, perché i titoli di facile presa abbinati al costo di 99 centesimi sono un mix letale per l’acquisto d’impulso, ma dall’altra il lettore si ritrova spesso in mano un libro scritto con caratteri piccolissimi, quando su un reader si può leggere per ore senza stancare mai l’occhio con caratteri enormi, scegliendo anche il font che piace di più — che non sarà mai questo ma è giusto per rendere l’idea.

Con questa collana Guanda ha forse centrato qual è il nocciolo della questione: qual è il senso di continuare a stampare e distribuire libri orrendi — nel caso dei tascabili — quando, a fronte di un risparmio consistente, posso avere la stessa cosa direttamente sul reader con l’aggiunta di non poche comodità? È chiaro che l’editoria tradizionale deve puntare per forza di cose sulla qualità del prodotto fisico, senza chiedere troppi denari in cambio e puntando con decisione sul gusto per il collezionismo dell’oggetto libro, l’unica vera cosa che un ebook non può replicare.

Le uscite della settimana: I Sogni Segreti di Walter Mitty, Philomena e Frozen

Tra le uscite della settimana vi segnaliamo:

49618Dal remake di Sogni Proibiti, arriva la quinta fatica da regista di Ben Stiller. I Sogni Segreti di Walter Mitty è un film delicato ed ironico che fa riflettere sul lato poetico della vita, o meglio, al giorno d’oggi, sulla sua mancanza. La pellicola punta il dito sull’era della condivisione ad ogni costo, riportandoci alle origini dell’immaginazione, il sogno.
Il protagonista, Walter Mitty, vive la sua vita in un infinito sogno ad occhi aperti, salva cani da edifici in fiamme,si trasforma in un supereroe per combattere contro il proprio capo, conquista la donna che ama come un avventuriero tra i ghiacci, insomma, la sua fervida immaginazione gli fa vivere, ogni giorno, una vita fantastica. Fino a quando non sarà costretto ad abbandonare l’irreale per il reale.

Titolo originale: The Secret Life of Walter Mitty

Regia : Ben Stiller

Cast: Ben Stiller, Kristen Wiig, Sean Penn

 

 

 

philomena_ver5Basato sul libro The Lost Child of Philomena Lee: A Mother, Her Son and a 50 Year Search, di Martin Sixsmith, Philomena è una storia vera e racconta gli anni di una donna, Philomena Lee appunto, passati alla ricerca del figlio illegittimo Michael. Un film che fa commuovere, pensare ma anche divertire, che mette a confronto due visioni diametralmente opposte, chi ha fede e chi non l’ha, ma che non impone una presa di posizione, lascia lo spettatore al suo personale dibattito.
Interpretato da una Judi Dench da Oscar e diretto da Stephen Frears, il film, sorretto da una narrazione di grande spessore, cerca di abbattere quelle barriere culturali che, troppo alte, si ergono tra le persone.

Titolo originale: Philomena

Regia: Stephen Frears

Cast: Judi Dench, Steve Coogan, Charlie Murphy

 

 

 

FROZN_014M_G_ENG-GB_70x100.inddUna profezia che intrappola un regno in un inverno perenne, un’eroina, Anna, intrepida sognatrice che, insieme al coraggioso uomo di montagna Kristoff intraprende un viaggio epico alla ricerca della sorella Elsa, regina delle nevi, per porre fine all’era glaciale. È Frozen – Il Regno di Ghiaccio, l’ultimo film d’animazione della Disney che, a Natale, porta l’intera famiglia al cinema [mi porti a vederlo? NdAndrea].

Titolo originale: Frozen

Regia: Chris Buck e Jennifer Lee