Archivi tag: libreria

La più antica libreria gay degli Stati Uniti chiude i battenti

GiovanniDopo un lungo periodo in perdita, Ed Hermance, il libraio che gestisce la Giovanni’s Room, ha deciso di cessare la propria attività.

Aperta la bellezza di quarantuno anni fa — il Neolitico dei diritti gay — a Philadelphia, la Giovanni’s Room pare seguire lo stesso destino di tutte le librerie tradizionali generaliste, incapaci di reggere la concorrenza di Internet. Ed Hermance ha pochi dubbi: la colpa è di quei cattivoni di Amazon. Effettivamente non fatichiamo a dargli ragione: Amazon è stupendo per spendere soldi. In ogni caso, possiamo solo immaginare cosa rappresenti Giovanni’s Room per la comunità gay locale e la tristezza che questa notizia suscita — vi ricordate quando ha chiuso la storica Babele a Milano?

Il libraio ha dichiarato di aver cercato un nuovo proprietario dall’agosto dell’anno scorso, ma non è riuscito a concludere l’affare e così, dalla fine di maggio, la più antica libreria gay degli Stati Uniti non esisterà più. È ironico il fatto che la libreria abbia preso il nome da uno dei classici della letteratura gay, La stanza di Giovanni di James Baldwin: romanzo magnifico, ma che rimanda a un periodo in gran parte concluso.

Fonte: Time

Novità in libreria: i più ghiotti della settimana

image01

Vediamo insieme quali sono i migliori titoli che arriveranno ai librai italiani nel corso di questa settimana.

9788804627746-messer-porcellino_copertina_piatta_fo

Il titolo più interessante in assoluto è Messer Porcellino di Richard Scarry. Veramente, non c’è niente di meglio di Richard Scarry: Peppa Pig è solo una lurida p*****a a confronto. In questa avventura il contadino Porcellino e Zigo-Zago devono liberare la povera principessa Lily, finita nelle grinfie di un drago di m****a sbucato dal bosco durante una festa nel castello di Bellacittà. Ce la farà Porcellino? Speriamo di sì.

9788804625018-millennio-di-fuoco-seija_copertina_piatta_fo

Cecilia Randall è un nome ormai più che affermato nel panorama fantasy italiano: insomma, è quella che ha scritto la trilogia di Hyperversum! Adesso torna in libreria con Millennio di Fuoco, un romanzo ancora ambientato nel medioevo, anche se questa volta non è il vero medioevo, ma una realtà distopica: il libro infatti è ambientato nel 1999 — il migliore anno degli ultimi 2013 anni, diciamolo — dove, al posto di Cher ai primi posti delle classifiche con Believe, troviamo un mondo diviso in piccoli regni funestati dalle scorribande di un esercito mostruoso comandato da Raivo, il più grande nemico del genere umano — e ‘sti cazzi. L’unica speranza è Seija, una giovane bavarese che, come al solito, ha un segreto che la rende speciale e temibile agli occhi dei suoi avversari. Ovviamente, per quanto riguarda il titolo, ogni riferimento alla Ragazza di Fuoco è puramente casuale. Sì. Comunque, visto che abbiamo nominato Believe di Cher, adesso ce la dobbiamo ascoltare tutta.

Che canzone, ragazzi.

603015_477169312379020_190604487_n-198x300

 

L’ultimo titolo da tenere in considerazione per il giretto settimanale in libreria è Il Mio Disastro Sei Tu. Qui, cari lettori di Refusi Etc, siamo di fronte a un capolavoro dell’editoria. Attenzione, non confondiamoci, non ho detto “letteratura”, ho detto “editoria”. Si tratta infatti di un caso estremo di mungitura hardcore della vacca: il romanzo precedente di Jamie McGuire, Uno Splendido Disastro, è stato un successo tale da essere considerato il capostipite del genere New Adult — per chi non lo sapesse: è come lo Young Adult, ma più sconcio. Insomma la storia di Uno Splendido Disastro era sempre la stessa: lei incontra lui, lei ha le sue paturnie, lui è un po’ guascone, fine. L’idea di questo Il Mio Disastro Sei Tu è che si possono fare tanti bei soldi rimestando la minestra dal punto di vista del protagonista maschile. Oplà.