Archivi tag: Nikos Petrou

Ma che ci frega della crisi: Greco Moderno di Nikos Petrou

11692783_390943201108965_3787772688318543251_nNato dalle ceneri della collana High School della gloriosa Playground, il marchio Syncro sembra stia, finalmente, assumendo un’identità più definita: la pubblicazione di Greco Moderno, in qualche modo, riassume i tratti di questo progetto editoriale forse non vivacissimo in termini quantitativi, ma parecchio interessante dal punto di vista dei contenuti.

Greco Moderno è, infatti, un classico YA con i problemi canonici legati all’età; la parte innovativa — quella legata al progetto Syncro — è l’ambientazione europea, che consente un allontanamento dai toni a volte zuccherosi del genere.

In Greco Moderno, sono rispettati i drammi e drammoni che ci si aspetta da un romanzo che parla soprattutto di relazioni e crescita, ma il tono è piuttosto scanzonato e impastato di ingenuità ed egocentrismo. Il merito è, soprattutto, della crisi finanziaria greca, che accende la passione e gli argomenti dei protagonisti e che permette alla trama di svilupparsi: Vasilis è già all’università, ma si ritrova coinvolto nelle proteste dei liceali, guidati dal bellicoso e carismatico Kostas e impegnatissimi a giocare a quelli che fanno la rivoluzione — con occupazione dell’istituto, canne, bandiere etc. La politica è, chiaramente, un pretesto: gli animi si infiammano, i sentimenti nascosti irrompono, ma gli argomenti , alla fine, sono molto superficiali, ed è corretto che sia così. I veri temi sono altri: la sessualità, l’omofobia, il coming out. Mi è piaciuto molto il protagonista, Vasilis: antipatico, scostante, contraddittorio, meschino; rispetto ad altri titoli YA, non c’è traccia di manicheismo: l’immaturità dei personaggi è raccontata bene nei gesti melodrammatici e negli errori ridicoli.

Politica:3 Stars (3 / 5)
Queer:3 Stars (3 / 5)
Tzatziki:2 Stars (2 / 5)
Sesso:3 Stars (3 / 5)
Barbe:3 Stars (3 / 5)