Archivi tag: Paris Hilton

Fermate il mondo: è uscito il libro della Marchesa d’Aragona

Esce oggi nelle librerie Come diventare marchesa ed esserlo in tutte le occasioni della vita, libro stracult in cui la Marchesa d’Aragona — con Gaia De Pascale — parla di sé e dispensa consigli di vita, insomma, un tentativo coraggioso di superare le vette raggiunte da Paris Hilton con il suo Confessioni di un’ereditiera. La Marchesa, lo sappiamo tutti, ha conquistato la grande popolarità con “Pechino Express”, trasmissione che l’ha lanciata nell’empireo di chi non riesce a esprimere un concetto sui social network senza usare una simpatica gif come questa:

marchesa_250

In realtà, per chi segue Dagospia, la Marchesa è un mito da anni, regina incontrastata di ogni festa romana che si rispetti, illustrate “magistralmente” da Sorrentino nella Grande bellezza, nelle scene copiaincollate dal video di Bob Sinclar Far l’amore — anche se era ambientato a Milano, ma tant’è, quando si parla di cafonate spettacolari, l’Italia è una e indivisibile.

La festa romana di Sorrentino:

La festa milanese di Bob Sinclar:

Tornando al libro, questa è la copertina:

Marchesa Ridotta

E queste le parole con cui la casa editrice Vallardi presenta il libro:

Un po’ storia personale, un po’ manuale di istruzioni per l’uso, questo libro racconta come si fa a essere nobili, dentro e fuori. Con piglio ironico e provocatorio – e senza paura di essere politicamente scorretta – la marchesa d’Aragona qui rivela in quale modo si costruisce il successo sociale e si diventa persona ambita nei salotti che contano: impartisce quindi lezioni alle aspiranti “gentildonne”, rivela trucchi per risultare credibili in ogni circostanza e riporta sulla pagina aneddoti e rivelazioni. Arguto, spietato e divertente, Come diventare marchesa ed esserlo in ogni occasione della vita parte da un presupposto: vivere è una questione di stile.

Ben fatto.

Quattro motivi per cui Bling Ring è bello

bling-ring

1. La vera protagonista di Bling Ring è Paris Hilton.

2. Il film non ha trama, è stupido perché la storia che racconta è senza senso e i suoi protagonisti sono dei ragazzi insulsi, vuoti, istupiditi dalla celebrità come falene da una lampada. Sofia Coppola si dimostra, come nei suoi film precenti, molto brava a rendere il senso delle cose senza essere didascalica, ma calando direttamente gli spettatori nella sostanza delle cose. Quindi se i protagonisti sono scemi, anche gli spettatori si sentiranno scemi mentre guardano un film scemo su un gruppo di ragazzini scemi. Insomma, Bling Ring è un film riuscito.

3. Svergogna, una volta per tutte, le pazze ossessionate da The Secret e dalla Legge dell’Attrazione.

4. Nella colonna sonora c’è Azealia Banks.

tumblr_mpdizpQ2w61qbbn49o3_500

Paris Hilton ritorna con il brutto video della brutta Good Time

paris-hilton-good-time-500x500

 

Paris Hilton, regina quasi incontrastata del magico mondo di Bionda&scemalandia, nonché Gallina ad honorem, finalmente ha deciso di concederci l’ascolto di una nuova canzone dopo il promettente debutto avvenuto nel 2006 — se non avete voglia di fare i conti, li ho già fatti io: sette (7) anni fa. Stars are blind era stupenda e una delle massime espressioni del filone calippo e crema solare; Nothing in this world, il secondo e ultimo singolo, ha avuto il merito di anticipare i tempi come solo una vera artista sa fare: chi, prima di Paris Hilton, ha avuto il coraggio di proporre la figura dello sfigatone che in realtà è speciale e più figo di tutti? Lady Gaga non esisterebbe senza Nothing in this world.

Bene, detto questo, ora dobbiamo affrontare il presente: Good Time è pessima. Paris Hilton sembra imprigionata nell’estetica degli anni ’00 — il che non è del tutto negativo, se pensiamo al conformismo dell’estetica hipster imperante — e nel video ha due occhi inquietanti stile Il villaggio dei dannati. Inoltre il contributo di Lil Wayne è orribile.


Lil Wayne, veramente?